THOUSANDS OF FREE BLOGGER TEMPLATES »

sabato 5 marzo 2011

PLUTONE

(Plutone e Caronte)


Ed eccoci arrivati a quello che dovrebbe essere l'ultimo pianeta del Sistema Solare.
Dico dovrebbe, perchè già alla fine del XIX secolo, si ipotizzava che potesse esserci un decimo pianeta e basavano questa teoria sulla presenza di discrepanze nell'orbita di Nettuno.
Per adesso dobbiamo attenerci a ciò che è attualmente conosciuto, ma la storia ci insegna che non occorre dare niente per scontato e che nuove scoperte possono rivoluzionare il nostro sapere.

Scoperto nel 1930 dall'astronomo C. Tombaugh, Plutone, che prende il nome dal dio romano dell'oltretomba, è il pianeta più piccolo del Sistema Solare, pari a due terzi delle dimensioni della Luna.
Dal 24 Agosto 2006, però, Plutone non viene più considerato un pianeta vero e proprio, ma è stato declassato a pianeta nano e, come anche l'ipotetico Pianeta X, farebbe parte dei pianeti trans-nettuniani.
Comunque noi siamo affezionati all'idea di considerarlo a tutti gli effetti uno dei nove pianeti del Sistema Solare e gli lasciamo ancora una volta il suo posto d'onore.
Pur essendo il pianeta più esterno, ha un'orbita fortemente ellittica ed in alcuni periodi è più vicino al Sole di Nettuno.
La durata della sua orbita intorno al Sole è di 248 anni.
Ruota intorno al suo asse in 6 giorni e 10 ore ed il suo asse è così inclinato ( circa 123°), che il polo nord si trova sotto il piano orbitale.
Non si conosce con certezza la sua struttura, perchè non è stato mai esplorato da nessuna sonda spaziale.
La sua superficie dovrebbe essere ricoperta di metano ghiacciato, che nel periodo, in cui si trova più vicino al Sole, in parte si scioglie ed evapora, formando una tenue atmosfera, che durerà qualche decennio.
Sotto lo strato di metano ghiacciato ci sarebbe uno strato di ghiaccio d'acqua e poi un grande nucleo roccioso.
Un tempo si pensava che Plutone avesse un solo satellite, Caronte, che è grande più della sua metà.
È l'unico caso nel nostro sistema, in cui un satellite abbia dimensioni così grandi in rapporto al suo pianeta, tanto che si possono considerare quasi un pianeta doppio.
Caronte dista da Plutone 18400 Km e orbita intorno a lui in 6.4 giorni.
Poichè ruotano intorno ai loro assi entrambi nello stesso periodo, hanno uno di fronte all'altro sempre la stessa faccia ed è quindi possibile vedere Caronte da un solo emisfero di Plutone.
Anche Caronte ha la sua superficie coperta da ghiacci, ma a differenza di Plutone, in cui sono prevalentemente di metano, sono costituiti da acqua.
Nel 2005 sono stati scoperti altri due satelliti: Nix e Hydra.

Quello che ho presentato finora, ribadisco che è una piccola infarinatura delle conoscenze che abbiamo relative al nostro Sistema Solare e magari neanche tanto aggiornate, perchè non è il mio campo di studio o lavoro, ma solo una delle mie passioni.
Era solo da parte mia desiderio di averne almeno delle piccole nozioni e ne ho fatto partecipi anche voi.

Alla prossima delle mie passioni.... ;-)






Origine foto

0 commenti: