THOUSANDS OF FREE BLOGGER TEMPLATES »

lunedì 20 febbraio 2012

Dolce al cioccolato bianco e cocco



Riallacciandoci a quello che ho scritto ieri, ecco un'altra versione dolce del versatile impasto.
L'ho preparato come dessert domenicale, ma può essere adattissimo per merenda e prima colazione.
Si può farcire con la crema desiderata, ad esempio, ci vedo bene una farcitura fatta con crema pasticcera, panna e farina di cocco e magari anche pezzettini di cioccolato bianco.
Un' alternativa è farne tanti dolcetti dalle forme desiderate, dando libero sfogo alla fantasia per ripieni, coperture e guarnizioni.

INGREDIENTI

200 g di farina 00, 100 g di maizena ( amido di mais ), 200 g di farina di cocco ( se si vuole un sapore di cocco meno marcato, se ne mettano 150 o 100 g ), 3 uova, 200g di zucchero, 1 bicchiere di latte o di panna fresca, 100 g di burro, 1 vasetto di yogurt alla vaniglia o al cocco, 1 tavoletta da 200 g di cioccolato bianco, 1 pizzico di sale, 1 pizzico di bicarbonato, 1 bustina di vanillina, 1 bustina di lievito per dolci, a piacere gocce di cioccolato bianco.

PROCEDIMENTO

Fondere a bagnomaria il cioccolato bianco e quando è sciolto, a fuoco spento aggiungere e far sciogliere il burro.
Mentre si raffredda questo composto, lavorare le uova con lo zucchero ed il pizzico di sale.
Mescolare le farine con il lievito, la vanillina, il bicarbonato ed unire alle uova e zucchero a poco poco, alternando con lo yogurt ed il latte o la panna.
Infine aggiungere il cioccolato col burro, la farina di cocco e le gocce di cioccolato bianco.
Versare il composto nello stampo della forma desiderata, imburrato ed infarinato.
Cuocere in forno caldo a 180° - 160° per 30 - 40 minuti; tempi e temperature sono indicativi, dipendono dal vostro forno, ogni forno cuoce in maniera diversa, ognuno impara a conoscere il proprio.
Una volta cotto, attendete un po' prima di sformarlo e poi, raffreddatosi, cospargetelo di zucchero a velo o ricopritelo di panna montata, spolverata con farina di cocco.

domenica 19 febbraio 2012

Torta salata al tonno, olive nere e capperi

(Origine foto)

In questi giorni mi è tornato l'estro culinario e ce ne si accorge anche dai miei ultimi post qui.
Mi frullano tante ideuzze nella testa da provare e, magari, ne farò altri post, se mi piacciono.
Basta seguire alcuni punti di riferimento standard e si possono creare diverse e sfiziose ricette, spaziando dalle torte salate a quelle dolci ed ai gusti più svariati e particolari.
Ieri sera, ad esempio, mi è venuta in mente questa. Mi sono scelta un gusto che non a tutti può piacere in verità, ma, come ho detto, si può variare sul tema, cioè usare lo stesso impasto, ma farcirlo in maniera diversa.


INGREDIENTI

150 g di farina 00, 150 g di farina manitoba, 1/2 bicchiere di latte, 1/2 bicchiere di olio d'oliva, 3 uova, 1 bustina di lievito istantaneo per torte salate, 1 pizzico di bicarbonato, 1 pizzico di zucchero, 2 scatolette di tonno da 80g, 80 g di olive nere, 30 g di capperi, 100 g di grana o parmigiano grattugiato, sale e pepe qb.

PROCEDIMENTO

Mescolare le farine con il lievito, il bicarbonato, il sale, il pepe ed il pizzico di zucchero.
Unire, quindi, le uova, il latte, l'olio e lavorare il composto fino a renderlo omogeneo.
Aggiungere, infine, il tonno sgocciolato e sbriciolato con una forchetta, le olive snocciolate e tagliate a pezzetti, i capperi tritati con un coltello ed il formaggio grattugiato.
Mettere nello stampo desiderato unto con olio e cuocere in forno caldo a 180° per 30 - 40 minuti.

sabato 18 febbraio 2012

Tortini al cioccolato dal cuore fuso

(Origine foto)








Vi passo oggi una velocissima e paradisiaca ricetta, adattissima da preparare come merenda in questi particolarmente freddi pomeriggi, che quest'anno ci ha riservato.
Ha lo stesso effetto di una bella cioccolata calda, ma naturalmente molto più saporita.
Ma attenzione, consumare con moderazione! Un solo tortino da un bel carico di calorie e ci fa sentire ben sazi e soddisfatti.
Caratteristica di questi dolcetti è l'avere il cuore di golosissimo cioccolato fuso e bisogna stare molto attenti alla cottura per conservarlo tale.
Con queste dosi otterrete circa dieci tortini, ma, se non siete in tanti, potete anche dimezzare le dosi.
Comunque quelli in più possono anche essere congelati e messi in forno senza scongelare all'occorrenza, perchè vanno mangiati caldi, sempre per conservare il loro caratteristico cuore fuso. Occorrerà, naturalmente qualche minuto in più per la cottura.





INGREDIENTI



300 g di cioccolato fondente, 160 g di burro, 4 uova e 2 tuorli, 180 g di zucchero a velo, 40 g di farina, 20 g di cacao amaro, 1 g di vanillina ( si può aggiungere anche qualche altro aroma volendo, come cannella o aroma all'arancia, che vanno molto bene col cioccolato), 1 pizzico di sale, 12 pirottini in alluminio ( quelli per muffin ).






PROCEDIMENTO



Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria, quando sarà ben sciolto, spegnere ed aggiungere il burro a pezzetti e fare fondere anch'esso.

Mentre si raffredda questo composto, lavorare le uova con lo zucchero a velo, la vanillina setacciati ed il pizzico di sale.

Aggiungere poi il cioccolato con il burro, la farina ed il cacao amaro setacciati e mescolare dal basso verso l'alto fino ad ottenere un composto omogeneo.

Versare nei pirottini imburrati ed infarinati o velati di cacao e cuocere in forno caldo, meglio statico, a 180°C per 10 minuti.

Una volta pronti, lasciare raffreddare per alcuni minuti, sformarli e spolverizzarli con zucchero a velo.

Gustare immediatamente ed andare in estasi! ;-))










martedì 14 febbraio 2012

Dolce al cioccolato ed al profumo d'arancia


A Dreamy World






Ho pensato questo dolce per il compleanno del mio amore ed ho usato, per prepararlo uno stampo da plum cake, ma potrebbe essere adattissimo anche per la ricorrenza di oggi, usando uno stampo o tanti stampini (se si preferisce dei dolcetti) a forma di cuore.
Non richiede particolari abilità culinarie, è veloce da preparare ed è golosissimo.






Piacevole lavoro e buon appetito! ^_^









INGREDIENTI





2oo g di farina 00, 50 g di fecola di patate, 50 g di cacao amaro, 200 g di zucchero, 150g di burro, 1 vasetto di yogurt alla vaniglia, 1 bicchiere di latte, 3 uova, 1 pizzico di sale, 1 pizzico di bicarbonato, 1 bustina di vanillina, 1 fialetta di aroma all'arancia, 1 bustina di lievito per dolci, 1 tavoletta di un buon cioccolato al latte.







PROCEDIMENTO






Lavorare le uova con lo zucchero e poi unire il burro fuso raffreddato, lo yogurt, l'aroma all'arancia, incorporando una cosa alla volta.



Mescolare le polveri setacciate e cioè farina, fecola, cacao, vanillina, bicarbonato, lievito ed il pizzico di sale.
Unirle poco per volta al composto liquido, alternando col latte.



Lavorato bene il composto, aggiungere il cioccolato a pezzetti ed infine versare in una teglia imburrata ed infarinata.



Cuocere in forno caldo a 180°C per 40 minuti e, quando sarà pronto e raffreddato, spolverizzare con zucchero a velo.

Con questo impasto si può fare anche una squisitissima torta farcita, cuocendo due dischi di torta e, dopo aver spalmato su di uno di questi uno strato di nutella ed uno di panna, sovrapponiamo l'altro ed infine spolveriamo di zucchero a velo.








































lunedì 6 febbraio 2012

Conviene spignattare!












Avete mai sentito parlare di INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) e di Biodizionario?
Io fino a poco tempo fa non ne sapevo nulla; fino a che non ho cominciato ad interessarmi di cosmetici e make up e, gironzolando su Youtube sono venuta a conoscenza delle fatidiche parole e mi si sono aperti gli occhi su cose che ignoravo completamente.
Dal momento della scoperta cominci a vedere prodotti che consideravi ottimi come dei " serial killers", ti accorgi che prodotti che consideravi delicati, perchè destinati ai bambini, sono pieni di sostanze non tanto innocue.
L' INCI è l'elenco degli ingredienti cosmetici espresso secondo una nomenclatura standard e per legge ogni cosmetico deve averlo sulla confezione.
L'ordine delle sostanze è in base alle concentrazioni nel prodotto, si parte da quello a concentrazione maggiore fino a quello a concentrazione minore.
Il Biodizionario, invece, ideato da Fabrizio Zago, è la paziente classificazione di moltissime sostanze tra quelle più conosciute e usate nei cosmetici, che dovrebbe aiutarci a capire di che pasta è fatto il cosmetico che usiamo e se andiamo bene o conviene che lo buttiamo immediatamente.
Le sostanze vengono classificate in base a pallini verdi(sostanza ecobio), gialli(sostanza che potrebbe creare problemi, ma tutto sommato si può anche usare), rossi(sostanze da evitare).
Usa anche pallini doppi per i verde e i rossi, per rafforzare il concetto in positivo o in negativo( cioè sostanze ottime o sostanze assolutamente pessime).
E' purtroppo difficilissimo trovare prodotti completamente privi di sostanze dannose per noi e l'ambiente, ecobio, ed è per questo motivo che ci sono persone, che, partendo dalle materie prime, acquistabili anche a prezzi molto vantaggiosi su internet, riproducono creme, make up, prodotti per la detersione e così via da sè.
Costoro sono chiamati spignattatori e la loro arte è lo spignatto.
Naturalmente non ci si può improvvisare spignattatori, occorre prepararsi, altrimenti anche spignattare potrebbe diventare dannoso.
Gli spignattatori, infatti, studiano, provano, si consultano fra di loro, s'incontrano su siti, forum come l'angolo di Lola, saicosatispalmi.
Su Youtube la spignattatrice ormai diventata famosa, colei che mi ha fatto conoscere tutto ciò, è la simpaticissima Carlitadolce, che con i suoi video molto piacevoli ed interessanti, ci rende partecipi della sua conoscenza, frutto di un paziente studio e sperimentazione personale.
Farsi i cosmetici da sè e nel modo giusto, porta giovamento non solo alla nostra salute e bellezza, ma anche al nostro portafoglio, perchè se si gironzola un po' sui vari siti che vendono tutto l'occorrente per spignattare, si possono trovare prezzi molto vantaggiosi, che ci faranno avere un bel risparmio sul prodotto finito, rispetto a quello comprato al supermercato o in profumeria.

Nel video che segue Barbara Righini sul canale su Youtube di Saicosatispalmi ci mette in guardia sui pericoli ed i possibili errori, in cui possono incorrere gli spignattatori in erba.






Vi posto adesso alcuni video basilari di Carlitadolce, in cui ci illustra come preparare le creme principali ed alcune nozioni fondamentali, raccomandandoci sempre di studiare ed approfondire e non prendere tutto questo alla leggera.