THOUSANDS OF FREE BLOGGER TEMPLATES »

mercoledì 14 luglio 2010

La Luna




Essa è l'unico satellite della nostra Terra( per questo motivo il termine luna è usato anche come sinonimo di satellite), formatosi, probabilmente, 4.5 miliardi di anni fà, allorchè un pianeta di dimensioni simili a quelle di Marte, entrò in collisione con la Terra.
Dall'impatto ne scaturirono una serie di frammenti, che entrati in orbita, si aggregarono, formando la Luna.
Non ha atmosfera, quindi, soprattutto nel primo miliardo di anni, è stata sottoposta a continui impatti meteoritici, che ne hanno creato la caratteristica superficie, ricca di crateri.
La Luna orbita intorno alla Terra in 27 giorni e 7 ore ed impiega lo stesso tempo a ruotare intorno al suo asse.
Perciò noi possiamo vedere della Luna, sempre la stessa faccia.
È costituita da immensi bassipiani scuri, i cosidetti mari (così chiamati, perchè un tempo si riteneva che davvero lo fossero), originati dalla lava fusa, che sgorgò dall'interno agli inizi, ed altipiani, che risultano più luminosi all'osservazione ad occhio nudo.
Muniti di binocolo, potremo vedere numerose catene montuose e crateri.
I mari contengono un numero minore di crateri e di grandi dimensioni, rispetto agli altipiani, che ne sono costellati e presentano varie dimensioni.
La maggior parte dei crateri sono dovuti ad impatti meteoritici, una piccola parte, invece, sono di origine vulcanica.
La porzione di superficie lunare illuminata dal sole, varia in relazione alla posizione orbitale, abbiamo così le fasi lunari.
Durante la Luna nuova la faccia visibile è totalmente in ombra, in seguito la superficie aumenta fino ad arrivare alla Luna piena e si hanno poi le fasi decrescenti.


(Origine foto: http://web.tiscali.it/alaweb/)

Quando la Luna entra nel cono d'ombra della Terra, che passa davanti al Sole, abbiamo le eclissi.
In un anno possono verificarsene fino a tre o anche nessuna.
Sono visibili da numerosi punti della Terra, dove la Luna appare sopra all'orizzonte.
Durante le eclissi di Luna può aversi il cosidetto fenomeno della Luna rossa, che è un fenomeno ottico di rifrazione e scattering di Rayleig.
La luce solare attraversa l'atmosfera terrestre, che si comporta da prisma, e subisce una rifrazione differenziale (dal viola cupo al rosso scuro).
I raggi rossi sono meno diffusi dall'aria, mentre quelli blu-violetti sono più sparpagliati e per questo motivo il cielo è azzurro ed il Sole è rosso all'orizzonte.
Durante l'eclisse la Luna non è raggiunta dalla luce del Sole, ma viene illuminata dalla luce riflessa dall'atmosfera, in prevalenza rossa.


(Origine foto: http://membri.miglioriamo.it/change/files/2009/09/luna11.jpg)


La Luna ha da sempre ispirato misticità e mistero ed è stata associata perciò a varie divinità, soprattutto femminili, come le greche Selene ed Artemide e le romane Luna e Diana.
Ma anche maschili come Nanna o Sin dei Mesopotamici, Thoth degli Egiziani, Men dei Frigi ed il dio giapponese Tsukuyomi.
Ha ispirato ed ispira racconti fantastici o romantici.
Un gemma in più che rende il nostro mondo meraviglioso.




Origine foto iniziale: http://www.ecologiae.com/wp-content/uploads/2008/06/luna.jpg

2 commenti:

Paola ha detto...

E' meravigliosa... misteriosa e mi incanto a guardarla!!!
Ciao Rosa mi piacerebbe… se ti aggrada… consegnarti il premio “Incantesimo” lo trovi nel blog “Scrigno dei Tesori”, ti aspetto...
Serena notte e buon inizio settimana… un abbraccio...
Paola

ROSA BLU ha detto...

Grazie mille, Paola....troppo gentile! Speriamo di meritarlo davvero.... ;-)